Grazie Giulia!

Aggiornato il: 2 giorni fa



Dopo 12 stagioni in biancoazzurro la capitana della Pallacanestro Mirano ha deciso di appendere le scarpe al chiodo


Dodici anni. Dodici stagioni. Tante emozioni, diverse compagne, ma una sola maglia: quella della Pallacanestro Mirano. Ora però per Giulia Scattolin è arrivato il momento di iniziare un nuovo capitolo della propria vita: così il capitano dell’Apigi ha deciso di appendere le scarpe al chiodo e di far calare il sipario sulla propria carriera da giocatrice.


“Sono arrivata a Mirano fresca di maturità – ricorda Giulia – e qui ho vissuto dodici stagioni magnifiche. Voglio ringraziare ogni singolo componente di questa che non è una semplice società, per me è stata quasi una seconda famiglia: da Federico Polo, a Renzo Boato, tutto lo staff, i dirigenti e le tante compagne che hanno condiviso con me questa fantastica avventura”.

E nonostante il richiamo e il fascino della palla a spicchi sia ancora molto forte, alla fine è prevalsa l’idea di chiudere un capitolo:


“Mi sono resa conto che era arrivato il momento di voltare pagina, anche perché non riuscivo a dare l’apporto che volevo alla squadra. Quest’anno poi è stato particolarmente difficile con il Covid: non è stata una scelta facile, sia chiaro, ma sono serena perché so di essere circondata da persone meravigliose che mi vogliono bene”.

In dodici stagioni restano indelebili alcuni degli attimi più entusiasmanti della carriera di Scattolin:


“Sicuramente la vittoria del campionato nel 2017 e la promozione in serie B, credo che sia stata la soddisfazione più grande. Ancora più bello perché l’ho fatto da capitana, ho tagliato la retina, sono ricordi che mi porterò per sempre nel cuore. Ma non dimentico anche la gioia della salvezza a Conegliano dopo i playout, oppure la vittoria a Padova dove non avevamo mai vinto in una partita complicatissima”.

Mirano però resterà sempre nel cuore di Scattolin:

“Mirano è e resterà sempre una parte di me e della mia vita. Il basket c’è sempre stato, mi ha chiesto tanta dedizione e sacrificio, visto che qui le cose si sono sempre fatte con grande professionalità. Sicuramente mi vedrete in palestra per le prime partite della prossima stagione, questa volta da tifosa. Un futuro nel basket? Al momento non ci ho pensato, ma sicuramente verrò a fare il tifo per Mirano, perché sono sicura che questa palestra, questa società, questa squadra mi mancherà e non sarà così facile staccare la spina”.

GRAZIE DI TUTTO capitan Giulia!



108 visualizzazioni0 commenti