Vetorix, il bilancio della prima parte di stagione

Coach Bonivento: “Siamo sulla strada giusta, ma dobbiamo crescere in difesa”.

 

 

Week end senza gare per la Vetorix Mirano attesa dalla sosta imposta dal calendario. Un’occasione per fare assieme a coach Stefano Bonivento il punto della situazione dopo le prime quattro gare di campionato che hanno visto i biancoblù vincere tre volte dopo il ko all’esordio ad Altavilla.

 

Coach Bonivento, qual è il suo bilancio di questa prima parte di stagione?

“Sinceramente sono molto soddisfatto di trovarmi con tre vittorie nelle prime quattro giornate, specialmente per come sono arrivate e valutando i margini di miglioramento che ha questo gruppo. Non voglio nascondermi dietro a un dito, sono e siamo soddisfatti, anche se non mancano i problemi: dobbiamo infatti fare i conti con l’infortunio serio a un giocatore importante. La squadra ha reagito bene e proprio giovedì abbiamo fatto un’amichevole contro Spresiano per focalizzarci sulle cose da migliorare. L’abbiamo vinta bene, quindi direi che siamo proprio sulla strada giusta. Il tutto anche grazie al lavoro meraviglioso della società che domenica scorsa nel derby ha riempito il PalAzzolini”.

 

Quali sono gli obiettivi su cui migliorare?

“Dobbiamo ancora migliorare in difesa, siamo nelle zone basse della classifica per punti subiti. Sappiamo che dobbiamo crescere in questo fondamentale, cercando di evitare altalene di rendimento che ci fanno passare dai 55 agli 80 punti subiti. È un limite su cui sicuramente vogliamo migliorare, consci anche dei limiti che abbiamo. D’altro canto siamo anche il miglior attacco dopo queste quattro partite e dobbiamo essere consapevoli che alla ripresa del campionato troveremo difese più attente e preparate contro i nostri attacchi”

 

Ci voleva questa sosta?

“A me le soste non piacciono, per fortuna siamo riusciti a giocare un’amichevole lasciando anche liberi i ragazzi nel week end. Purtroppo il calendario quest’anno è così, sarà sicuramente un fattore che influirà nel campionato, non solo per noi, ma per tutti: consideriamo infatti che a dicembre staremo fermi un mese e anche questo è uno scenario nuovo che si farà sentire su prestazioni e risultati in generale”.

66 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti