Apigi Mirano, che colpo: arriva Arianna Zampieri



Dopo l’esperienza in Bundesliga l’atleta chiuderà la stagione nella sua Mirano.


Certi amori non finiscono mai. Fanno un giro enorme, ma poi ritornano. Ed è un grande onore per la Pallacanestro Mirano annunciare l’accordo fino al termine della stagione con Arianna Zampieri, miranese doc classe ’88, che vestirà la canotta dell’Apigi Mirano nelle ultime partite di questa stagione.


Un ritorno a casa per Zampieri, che a Mirano ha mosso i suoi primi passi e si è innamorata di questo sport: ala poliedrica e dotata di grande talento, Zampieri ha vestito le prestigiose canotte del GEAS, Pozzuoli, Venezia e Broni in serie A1, dell’AlpoBasket, Udine, La Spezia, Marghera, Treviso e Lucca in A2.

In questa stagione ha provato l’esperienza fuori dall’Italia, in Germania all’Eintracht Braunschweig.


“È nato tutto per caso – racconta Arianna – Terminata la stagione in Germania, era troppo tardi per i tesseramenti con qualche squadra dei campionati nazionali qui in Italia, e così ho chiesto al presidente Polo se fosse possibile allenarmi al PalAzzolini. Da lì ne è scaturita l’idea di giocare con la maglia dell’Apigi in questo finale di stagione: Mirano è casa mia, e devo ammettere che non ho saputo resistere a questa proposta. Sarò dunque a disposizione della squadra per questo mese, cercherò di dare il mio contributo a questo gruppo. Peccato non poterci giocare la poule promozione, ma sono sicura che queste ragazze daranno il massimo anche nelle prossime sfide”.


Per Zampieri questa è stata una stagione complessa:

“Ho voluto provare l’esperienza in Germania, ma purtroppo il covid ci ha messo i bastoni tra le ruote. Abbiamo fatto due mesi e mezzo di allenamenti individuali, poi siamo riuscite a giocare una decina di partite togliendoci anche qualche soddisfazione. Cosa farò l’anno prossimo? Non voglio anticipare nulla, ma a fine giugno intanto tornerò in Germania”.

Arianna Zampieri ha già svolto i primi allenamenti con le nuove compagne e sarà a disposizione dello staff tecnico miranese già dalla prossima gara in programma a Venezia contro la Virtus Venezia.

“Rientrare al PalAzzolini è stata una grande emozione, un viaggio nel tempo: mi sono risentita a casa, ed è stata una bella sensazione dopo tanti anni. È bello tornare dove tutto è cominciato e ringrazio Mirano per questa opportunità”.
136 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti