Baldan: "Pronto per una nuova avventura"



Il giovane tecnico affiancherà coach Bonivento in C Silver.


Andrea, com’è nata la proposta di lavorare con la C Silver a Mirano?

“Sono un po’ di anni che sono a seguito della Prima Squadra, e l’ho sempre fatto forse egoisticamente per rubare qualche idea in più e vedere sempre più pallacanestro. Quest’anno poi ho affiancato Ciro Scroccaro (che non smetterò mai di ringraziare per la pazienza avuta e per tutto quello che mi ha trasmesso in queste stagioni) nel campionato di Prima Divisione. Forse, non tanto il risultato sportivo, quanto il percorso svolto e la crescita dei ragazzi un pochino ha inciso su questa opportunità.

Quali sono i tuoi obiettivi e come ti relazionerai con coach Bonivento

“I miei obiettivi personali saranno in primis cercare di arricchire le competenze e le conoscenze al fianco di coach Bonivento. Ho come la sensazione che ci sarà molto da cui trarre beneficio. Allo stesso tempo mi metterò a disposizione per lavorare al meglio in ogni allenamento e preparare ogni partita, senza mai dimenticare l’obiettivo che la società ha dato: un ambiente sereno dove possano convivere giocatori senior esperti e giovani del settore giovanile”.

Che vuol dire per te essere parte della famiglia Mirano?

“Hai detto giusto. Non è solo l’organizzazione che c’è dietro, ma quello che si crea a livello umano con tutte le persone che stanno dietro a questa società che ti fa sentire come in una famiglia. 
E per me non si ferma qui: mi vengono in mente un sacco di persone che hanno fatto parte della mia vita negli ultimi 25 anni e che hanno contribuito ad alimentare la mia passione verso questo sport”.

Il tuo sogno nel cassetto?

“Di sogni nel cassetto ne ho diversi, facciamo che quelli più personali me li tengo stretti. In ogni caso alcuni di questi puntano dritti verso un unico obiettivo: vedere sempre più giovani ambiziosi che si affacciano al mondo di una prima squadra senior con coraggio e umiltà”.
55 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti