top of page

Il graffio dell'Apigi: 61-64 a conegliano e match point promozione

E’ stata una battaglia. E non poteva essere altrimenti: Conegliano e Apigi Mirano si sono sfidate nel primo atto della finale del campionato di serie C femminile che mette in palio la promozione in serie B. Una gara ostica, sentita e combattuta, come del resto sono tutte le finali. Ma al suono della sirena la festa è stata tutta per le ragazze di coach Marco Vecchi brave a espugnare il Palasport Giovanni Paolo II di Conegliano 61-64 e portarsi in vantaggio nella serie.


Un successo sofferto e meritato per Maronato e compagne, che hanno però pagato una serata non eccellente al tiro, sopperendo con energia, carattere e grinta al gioco di una Conegliano mai doma. Le trevigiane sono partite decisamente meglio, ispirate da una super Maschietto, ma il primo break è stato recuperato già prima dell’intervallo da un’Apigi che sembrava aver trovato ritmo e continuità di rendimento.

Niente di più illusorio, perchè al rientro in campo dopo 4 minuti il tabellone recitava 39-32 e il timeout di coach Vecchi diventava così lo spartiacque della sfida: Mirano ne usciva alla grande piazzando un break di 14-1 che girava completamente l’inerzia della sfida.

L’Apigi infatti mostrava il meglio del proprio repertorio,


Conegliano ha avuto però il merito di non mollare fino alla fine, spinta dai canestri di Marchioni e Marton, senza però riuscire a ricucire totalmente lo strappo.


Ora mercoledì c’è in programma la decisiva gara2: se vince l’Apigi sarà promozione, se invece vincerà Conegliano si andrà a gara3.

 

BFC CONEGLIANO - APIGI MIRANO

61 - 64

(19-15; 32-32; 43-48)


CONEGLIANO: Moretto, Marchioni 10, Kolombi 4, Lain, Melbas 1, Marton 13, Gazziola, Tramontin 5, Zanardo 2, Tronchin 6, Maschietto 20, Paccagnan. Allenatore: Moretto


MIRANO:  Gini, Zennaro, Ridolfi 12, Fiorin 1,  Brusò 7, Vidor 11, Grasso,  Boccardo 15, Salmaso 8,  Maronato 8, Ghelardoni, Calatrò.

Allenatore: Vecchi - 1° Ass.: Chinellato

69 visualizzazioni0 commenti