La nuova Vetorix riparte da Bobbo, De Lazzari e Cardazzo



Svelati i primi tre rinforzi per la formazione miranese che tornerà in campo il 7 aprile.


Inizia a riprendere forma la Vetorix Mirano, che si prepara al ritorno in campo dopo due settimane molto intense a causa dei contagi seguiti alla gara di campionato contro Imola.


Il roster miranese dunque si è rifatto il look, mettendo a segno dei colpi molto interessanti. Le prime tre nuove frecce nella faretra di coach Minincleri saranno Andrea Cardazzo, Tommaso Bobbo e Luca De Lazzari.


«Diamo il benvenuto a questi nuovi giocatori che hanno accettato la nostra proposta – il commento del presidente della Pallacanestro Mirano, Federico Polo – Oltre alla loro disponibilità mi sento di ringraziare la disponibilità della Reyer Venezia e di Francesco Benedetti per Bobbo, e quella della Pallacanestro Spinea e del presidente Casson per De Lazzari. Con questi giocatori, che non saranno gli unici rinforzi, iniziamo una nuova avventura, consapevoli di quanto la fortuna di poter giocare debba essere bilanciata dalla massima attenzione alla salute di tutti. Credo che i recenti fatti abbiamo aiutato tutte le società a far prevalere il buon senso e la precauzione a ogni tipo di risultato sportivo» .


Andrea Cardazzo, guardia classe 1999, in carriera ha vestito le canotte di Favaro, Murano e Roncade, con cui ha disputato il campionato di C Silver.

“La scelta di intraprendere questa avventura a Mirano è stata sicuramente influenzata dalla voglia che ho di ricominciare a giocare a pallacanestro – le sue parole - Inoltre, in passato, ho avuto modo di conoscere sia la dirigenza che lo staff tecnico e la loro professionalità e dedizione per questo sport mi hanno ulteriormente convinto di questa scelta. Sicuramente è un campionato pensato in maniera completamente diversa da quelli precedenti, ma io credo che il fatto di confrontarsi con altre realtà cestistiche (al di fuori della nostra regione) sia uno stimolo a giocare la miglior pallacanestro possibile. Mi aspetto un campionato tosto, dove per ottenere dei buoni risultati dovremo dare il massimo ad ogni occasione possibile. Certamente il fatto che abbiamo pochissimo tempo per creare intesa tra compagni non gioca a nostro favore, ma questo non può diventare un alibi, anzi deve motivarci a dare il meglio e sono certo che con l’impegno e il duro lavoro riusciremo a toglierci delle belle soddisfazioni”.

Per Luca De Lazzari, ala grande classe 1997, invece si tratta di un ritorno a Mirano, oltre ad aver provato le esperienze con Pallacanestro Marcon, Reyer Venezia, Basket Mestre, Basket Club Jesolo, Pallacanestro Spinea:

“La mia non è una nuova avventura, ma un ritorno in questa società in cui son stato solo un anno – le parole di De Lazzari - Quando è arrivata la chiamata ho deciso di tornare in primis per il clima che si vive in questa società, positivo e famigliare; poi anche per la grande occasione concessami perché, visto il periodo complicato, la possibilità di giocare in un campionato così importante non era un’opportunità da farsi sfuggire. Mi aspetto un campionato impegnativo e frizzante come la squadra che si è formata in poco tempo. Già dai primi allenamenti si percepisce la voglia di tornare in campo per far valere lo spirito del gioco e la voglia di portare a casa risultati in un periodo come questo che, come anticipavo prima, non è facile per nessuno, ma d’altronde si sa, lo sport unisce e speriamo di affrontare questo campionato con il carisma che abbiamo dimostrato dall’inizio”.


La cabina di regia sarà affidata a Tommaso Bobbo, play classe 2001, cresciuto nelle giovanili di Dolo e Reyer, prima delle esperienze senior a Salzano prima e Murano poi:

“Ho scelto Mirano perché si è dimostrata fin da subito una società seria e piena di entusiasmo, ringraziandola sin d’ora per la fiducia che mi ha concesso – le parole di Bobbo - Nonostante il covid spero di raggiungere gli obiettivi della società e di dimostrare le mie potenzialità in campo”.
140 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti